dalla nostra pagina Facebook

Nel 2018 si confonde ancora l’importanza per un bambino di avere una madre con l’importanza per il bambino di ricevere una funzione materna “sufficientemente buona”...
Ancora vittime del bisogno di possedere, del bisogno di avere “cose”.
Troppo lontani dalla idea di qualità di relazioni interpersonali...
Non serve avere “cose” se queste non sostengono o gratificano i bisogni primari.
Meglio un amico fraterno che un fratello, un uomo che è come un padre, che il padre in se’, una donna che è stata come una madre che la madre in se’.
Non c’è bisogno che i bambini stiano in carcere con madri che devono ancora risolvere i propri conflitti con l’amore e l’odio.
È importante che vivano all’interno di relazioni in cui si sentano amati ed accuditi indipendentemente dal vincolo biologico...
... Leggi per interoRiduci testo

7 giorni fa  ·  

Leggi su Facebook