ll Laboratorio psicoanalitico Vicolo Cicala nasce a Messina  il 31 luglio 2003, come associazione scientifica non avente scopo di lucro che si occupa di psicoterapia e ricerca psicoanalitica. Si chiama “Vicolo Cicala” poichè è situato in prossimità delle “case Cicala” che hanno una rilevanza storica per la città essendo una delle poche strutture che hanno resistito al terremoto del 1908.

LogoBordato

Questa pagina usa Javascript. Il tuo browser non lo supporta oppure è stato disattivato. Per visualizzare questa pagina correttamente, usa un browser abilitato per Javascript.

Rossella Valdrè e Donatella Lisciotto

Rossella Valdrè e Donatella Lisciotto

Si è concluso l'incontro presso ARBService con Rossella Valdrè ...

Continua lettura.....

Calpestio – Donatella Lisciotto

Calpestio - Donatella Lisciotto

"Che cosa è l'amore? E che cosa non è. ...

Continua lettura.....

Breve analisi su alcuni aspetti del film  “Seconda Primavera” di F. Calogero

Breve analisi su alcuni aspetti del film “Seconda Primavera” di F. Calogero

Intervento a cura di Donatella Lisciotto Un lieve struggimento pervade ...

Continua lettura.....

“Scritto sulla mia pelle” di Pietro Vaghi

Scritto sulla mia pelle di Pietro Vaghi

Ho letto il libro "Scritto sulla mia pelle" senza ...

Continua lettura.....

                              LA STANZA DI IVO Concorso " LA BELLEZZA NASCOSTA". Partecipano 44 ...

Continua lettura.....

La stanza di Ivo

La stanza di Ivo

“La stanza di Ivo” nasce dall’interesse comune attorno all’adolescenza ...

Continua lettura.....


in evidenza


dalla nostra pagina Facebook

Su richiesta di Valentina Salvini, uno stralcio dell' articolo di Paolo Perrotti (AFT-SPI)

“Credo che l’umanità debba molto ai nevrotici, a quelli cioè che battono il tempo prima degli altri. Gli altri, la massa, arrivano al cambiamento a poco a poco, reintegrando, senza scosse, le proprie parti conflittuali scisse e depositate sui nevrotici.(…)L’ossessivo che attraverso i suoi sintomi anticipava l’incubo di norme educative colpevolizzanti la sessualità, l’isterica che esprimeva il rapporto tra uomo e donna che stava cambiando, il depresso che esprimeva i profondo dilemma tra narcisismo e oggettualità (…) gli omosessuali vissero per noi la nostra omosessualità e furono curati anche contro la loro volontà e l’evidente felicità della loro vita sessuale diversa(…)tutti furono sentiti come gente diversa”(P.Perrotti)
... Leggi per interoRiduci testo

2 giorni fa  ·  

Leggi su Facebook